cloud.jpeg

Le due metà del sogno

«Avevo imparato a crescere braccia
davanti alla certezza della morte:


mi alzavo a fare due gocce
e tornavo al mio sonno
dicendo alla morte di star buona:
due braccia a stringere la coperta,
due sotto la testa
a mo' di cuscino,
due a croce sul petto»

«Lo sforzo che faccio per esistere!
Sempre a un passo dalla trama,
dietro palpebre che tieni tutta notte
sbarrate per paura
di fantasmi più interessanti.


Esisto solo nel bisogno che ti spinge
alle quattro, ad alzarti
e andare in bagno,
nell'urletto di dolore bianco quando urti
il mignolo sulla gamba del letto»